Ultima fermata Srebrenica. Viaggio di formazione in Bosnia (11-17 settembre)

Bosnia

Il 7 settembre  presso il circolo Aur-Ora si è svolto l’incontro formativo pre-partenza del progetto “Ultima fermata Srebrenica”. L’iniziativa, promossa da Arciragazzi di Bolzano, Arci del Trentino, Fondazione Langer, associazione Deina, Cooperativa @ltrimondi e sostenuto dal servizio giovani in lingua italiana della Provincia di Bolzano e dalle politiche giovanili della Provincia di Trento, prevede la realizzazione di un viaggio studio che ripercorrerà gli eventi che hanno segnato la storia del conflitto balcanico degli anni ’90.

“Ultima fermata Srebrenica” si rivolge a tutti gli operatori attivi nell’ambito delle iniziative su memoria, legalità e cittadinanza. In particolare il principale obiettivo dei promotori è  quello di fornire ai partecipanti nuovi strumenti di comprensione ed azione, accrescendo lo spiritico critico e la capacità di affrontare le situazioni complesse. Il viaggio toccherà Sarajevo, Srebrenica e Tuzla e fornirà un approfondimento sulle criticità dei Balcani negli ultimi 100 anni.

I partecipanti, provenienti dalle due province autonome , compiranno un viaggio nella storia dell’Europa, approfondendo il disfacimento dell’ex Jugoslavia ed il riproporsi, nel cuore del vecchio continente,  dei nazionalismi e degli odi etnico-religiosi. La prospettiva balcanica rappresenta , quindi, un passaggio fondamentale per comprendere le criticità attuali.

Il viaggio verrà realizzato dall’11 al 17 settembre ed a conclusione dell’esperienza saranno organizzati alcuni momenti di restituzione alla cittadinanza.