IL DIRITTO DI ESSERE CITTADINI

La cultura dell’integrazione è un tema fondamentale per la Città di Bolzano e trova grande risonanza nel dibattito italiano.
Nella stessa città di Bolzano e in tutta la Provincia alle comunità autoctone si aggiungono nuovi cittadini provenienti da diversi paesi del mondo. 
Arci ritiene che le occasioni d'incontro tra persone con diversi background culturali possono quindi diventare veri e propri momenti di crescita personale e collettiva e che sia necessario, soprattutto mediante la proposta di attività culturali mirate ed intersettoriali, promuovere l’integrazione e la convivenza.

Al Centro Trevi (via Cappuccini 28) l’11 novembre 2013 alle ore 18.00 verrà proiettato il seguente film documentario:

18 “Ius soli”
“18 Ius soli” (2011) è il primo documentario grassroots italiano ad affrontare il tema del diritto di cittadinanza per chi è nato e cresciuto in Italia. E’ opera del regista bolognese Fred Kuwornu, realizzata in collaborazione con l'Associazione Amici di Giana, la Cineteca di Bologna, Officina Cinema Sud-Est, Anolf Giovani di Seconda Generazione e altre associazioni. Racconta con il linguaggio della docu-fiction la storia di alcuni “nuovi italiani”, ma al tempo stesso promuove il dibattito legislativo e culturale sul diritto di cittadinanza per chi nasce in Italia. 
Il 2 settembre 2013 il film è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia alla presenza della Ministra Kyenge

Alla proiezione parteciperà anche il regista Fred Kuwornu

http://www.18-ius-soli.com/

A seguire APERITIVO DEL MONDO a cura di L'Altrocatering

Il giorno 12 novembre alle ore 9.30 presso il Gymnasium “Walther von der Vogelweide “SONO NATO QUI” proiezione del documentario e dibattito con il regista Fred Kuvornu
(evento riservato alle scuole)

Una iniziativa di Arci Bolzano in collaborazione con la Biblioteca Culture del Mondo e la Ripartizione Lavoro -Servizio Coordinamento Immigrazione- della Provincia di Bolzano.
Con il sostegno dell’Ufficio Cultura della Provincia di Bolzano e del Comune di Bolzano.
Hanno aderito all’iniziativa la Consulta Stranieri del Comune di Bolzano, il Centro Pace del Comune di Bolzano, l’Associazione Giovani Musulmani di Bolzano, la Rete per i diritti dei Senza Voce, Enmigrinta, Young Caritas, Cgil-Agb.